Telefono

info@swing-strategies.com

Martedì, 26 Maggio 2020 10:14

I Social Network: sei sicuro di sapere a cosa servono?

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Durante le nostre conversazioni spesso ci avete chiesto: quale social devo aprire per promuovere la mia struttura? Posso aprire un solo profilo e seguirlo per bene? Devo essere presente su tutti i social?

Guardandoci intorno abbiamo notato che molto spesso tante imprese si sono fatte prendere la mano dalla moda del momento ed hanno aperto profili su vari social. È stato registrato prima il boom “di nascite” di profili Facebook, poi è apparso Instagram in compagnia di Twitter i più coraggiosi si sono spinti ad aprire un profilo su Youtube...Spesso, anzi, quasi sempre, questi profili risultano vuoti o lasciati morire così

Sappiamo bene che per seguire un profilo social, qualsiasi profilo, ci vuole tempo, ma soprattutto conoscenza dello strumento. Quante volte dopo i primi post senza like vi siete arresi arrivando alla FALSA conclusione che non vi serviranno a nulla???

Vi starete chiedendo perchè falsa. Il problema dell’utilizzo dei social non è solo nel contenuto del post, ma, soprattutto, nel saper valutare e misurare regolarmente le attività e i risultati, monitorare i ROI degli investimenti. Analizzare, monitorare e misurare sono le azioni base di un corretto social media marketing.

Cos’è il social media marketing e cosa serve?

social target66

Cominciamo con l’analizzare i vantaggi di una buona strategia di social media marketing per la tua azienda:

1. Maggiore visibilità ed esposizione del brand

2. Crescita del traffico al sito web

3. Maggior numero di contatti e potenziali clienti

4. Aumento delle vendite

Prima di tutto ci teniamo a chiarire: i social network non sono uno strumento di vendita diretta (o almeno non ancora), ma favoriscono la visibilità del brand aumentando di conseguenza il numero delle vendite!

Perchè la tua azienda deve essere social?

Come abbiamo visto in un precedente articolo l’utente prima di procedere all’acquisto vuole sapere cosa ne pensa la gente come lui di un determinato prodotto/servizio.  Per questo sono nati i blog, i portali di recensione e i social network: per scambiarsi idee e opinioni, per condividere!

È logico che per ottenere un buon giudizio sul proprio prodotto o servizio questo dovrà essere perfetto, ma dopo la perfezione è fondamentale spingere il nostro cliente a parlare della sua esperienza a condividerla con altri attraverso parole e immagini. Dove farlo? Logicamente sui social network!

Cominciate a capire perchè la tua azienda deve essere presente sui social? Semplicemente perché il tuo cliente è lì, ha un suo profilo, così come tutti i tuoi potenziali clienti!

Come ben sai non è tutto semplice come sembra. Non basta aprire un profilo per vedere piovere clienti dal cielo. I social sono uno strumento interattivo e, come dice la parola stessa, per ottenere risultati devono essere attivi e operativi.

Fare pubblicità sui social sui social è gratis?

social costi

No! La risposta alla tua domanda è NO

A livello economico aprire un profilo Facebook, Twitter, Instagram non costa nulla è vero. Ma se vuoi avere un riscontro reale la semplice iscrizione non basta. 

L’investimento che viene richiesto non è solo economico (che può essere gestito), ma, soprattutto, di tempo. Il ritorno economico di questo strumento lo avrai solo se investirai nelle tue risorse, formandole e dedicando del tempo quotidianamente a questi strumenti.

Quante volte hai sentito un tuo collega lamentarsi che “Facebook non funziona”? A malincuore siamo costretti ad informare te e il tuo collega che Facebook (Instagram, Twitter…) funziona benissimo solo che non lo sai usare! 

Nel nostro lavoro abbiamo conosciuto tantissimi imprenditori tirarsi indietro di fronte ad una consulenza per paura di spendere soldi affidandosi ad un professionista. Capiamo perfettamente il perchè: perchè, in realtà, non conoscono gli strumenti. 

Ricorda che senza una buona strategia e la giusta conoscenza degli strumenti scrivere un post su un social è paragonabile a lanciare una bottiglia con un messaggio nell’oceano: inutile se non stai girando un film a lieto fine!

Devi ottenere le giuste dosi di formazione e conoscenza per pianificare la tua strategia social, per avere degli obiettivi reali e concreti da raggiungere.

Che tu decida di fare da solo o appoggiandoti ad una consulenza professionale ricorda sempre che sarai sempre tu il cuore pulsante delle operazioni, l’anima e il corpo del tuo profilo social.

Cosa pubblicare sui social network?

Il tuo profilo, la tua pagina dovrà essere interessante per suscitare la curiosità degli utenti.

Spesso le persone vogliono conoscere la realtà di un vissuto. Vogliono capire cosa aspettarsi dal tuo prodotto o servizio. Sapere, ad esempio, cosa troveranno al loro arrivo in hotel; conoscere il volto di chi gli accoglierà; carpire l’essenza di una struttura.

Non commettere l’errore di pubblicare solo offerte e promozioni. Essere autoreferenziali stufa, non piace, non è veritiero.

Tu seguiresti un profilo che continua a ripetere quanto è bravo, quanto è bello, che è il migliore? O ancora peggio che elenca di continuo i propri pregi? Per questa comunicazione esistono altri strumenti come una brochure istituzionale o un sito internet. I social sono diversi.

Il tuo profilo rappresenta te e il tuo prodotto, la tua differenza dal resto del mondo.

Una volta affascinato il tuo target sarà lui stesso a cercare informazioni, a visitare il tuo sito web. E se il tuo sito sarà affascinante allo stesso modo e fornirà i giusti contenuti è probabile che l’utente concluderà il suo acquisto.

Tutto questo grazie alla sana curiosità che sarai riuscito a stimolare attraverso i social. Trova il giusto tono di voce, incuriosisci con testi e immagini: raccontati!

Lo “storytelling”, il racconto, questa è la parola chiave di una giusta strategia di social marketing. Il racconto ci ha sempre affascinato sin da piccoli. Un buon racconto ti cattura, ti affascina, ti spinge a sapere cosa accadrà… 

C’era una volta...

La strategia corretta è, quindi,  quella di farti conoscere, far conoscere la tua azienda e i suoi servizi attraverso il racconto.

La tua storia dovrà generare emozioni, appartenenza, voglia di vivere e condividere ciò che hai pubblicato.

Ricordati che i testimonial migliori sono tutte quelle persone che hanno provato e apprezzato quello che offri. Il loro condividere crea la giusta curiosità nei tuoi potenziali clienti.

Facebook, Twitter, Instagram Youtube… su cosa ti devi concentrare per non impazzire? 

quale social usare

Ogni azienda e ogni servizio hanno un proprio target di riferimento, anche la tua.

Prima di decidere quale profilo aprire devi considerare: 

1. Qual è il tuo target

2. Cosa si dice di te e della azienda online e analizzare i tuoi punti di forza

3. Capire se il tuo prodotto per essere apprezzato ha bisogno più di immagini, di testo entrambi.

Chi sono i tuoi clienti

Come in qualsiasi strategia che si rispetti devi sapere bene a chi ti stai rivolgendo. 

Non commettere l’errore di molti imprenditori: io parlo a tutto il mondo devo conquistare l’intero universo! Non è così, non stai giocando a Risiko!!! 

Ogni azienda o prodotto ha un target primario. La persona per cui è stato pensato quel servizio o quel prodotto.

Una volta individuato il tuo target parti con l’analisi della tua Buyer Persona: quali social usa? dove interagisce più spesso?

Bene comincia il tuo viaggio nel mondo dei social proprio da lì.

Cosa pensano di me online?

Dopo aver analizzato la tua Buyer Persona controlla cosa pensa di te il tuo cliente tipo.

Trova i tuoi punti di forza nelle recensioni online. Ascolta il tuo cliente. La tua storia non potrà mai tralasciare le esperienze del tuo target.  

A questo punto potrai rafforzare la tua immagine.  Parti  dai tuoi punti di forza e migliora in quelle cose in cui ti giudicano carente.

Immagini e testi come e dove

  • Immagini

Nella scelta del social network da utilizzare (se sei solo a gestire i tuoi profili ti sconsigliamo di usarli tutti), Instagram, è il social fondamentale per aziende che devono promuovere un servizio o un prodotto  che si basa sull’aspettativa del cliente. Questo social è utile, in particolare, per aziende turistiche, hotel, o imprenditori della moda proprio perché il suo punto forte sono le  immagini. Ma, se non si è in grado di maneggiare uno smartphone per fare delle foto decenti, è meglio lasciar stare e orientarsi su Facebook o Twitter.

  • Testi

Il testo ha la sua importanza e in questo Facebook è il padrone. Ricordi che ti abbiamo suggerito di raccontare la tua storia? Un racconto avviene attraverso delle immagina ma soprattutto attraverso un testo. 

Attraverso l’analisi della tua reputazione hai scoperto, o avuto conferma, dei tuoi punti di forza. Sono proprio questi punti che ti permetteranno di scrivere il testo del tuo racconto. Se, ad esempio, hai un hotel e i clienti apprezzano la tua colazione, potrai dedicare dei contenuti sulle materie prime che utilizzi, sulla passione del tuo chef e della sua brigata.

Racconta sempre la verità, non esaltare punti che non corrispondono a ciò che non è. Se un cliente si sente preso in giro non solo è un cliente perso ma innescherà un passaparola negativo che ti farà perdere almeno 100 clienti. 

Il social non è uno strumento pubblicitario canonico. La sua funzione è quella di instaurare un dialogo con il tuo target che permetta un’interazione continua con la tua azienda.

Utilizza i tuoi social per promuovere anche quello che è intorno a te. Se hai un hotel potrai parlare anche della destinazione in generale, se produci abiti potrai esaltare le materie e la loro origine.

Facciamo il punto

Di seguito riassumiamo i social che vanno per la maggiore in questo periodo e le loro peculiarità:

  • Facebook: ti permette di condividere notizie e interagire con i clienti. Ascoltare, parlare di te, fare promozioni a target mirati e diversi, portare visibilità al sito. Inoltre, ti offre uno strumento molto potente di marketing come il Business Manager per Facebook Advertising.
  • Twitter: è lo strumento giusto per gestire la customer care e condividere notizie che ti riguardano. 
  • Instagram e Pinterest: permettono di raccontare la tua azienda attraverso immagini e colpire target interessanti.
  • Linkedin: è uno strumento dedicato al  business e serve per far conoscere la tua realtà aziendale e ricercare nuovi collaboratori, partner o dipendenti.
  • Youtube: considerando che il video gioca un ruolo importante nella fase del “dreaming”, avere un canale YouTube diventa importante ed essenziale per la tua azienda. 

Di tutti questi noi consigliamo di iniziare da Facebook, Instagram e Youtube!

Rimani in contatto e scoprirai nello specifico come usare questi social e come redigere il tuo piano editoriale.

Se vuoi saperne di più scarica i nostri ebook pieni di consigli pratici!

A presto!!!

Letto 101 volte Ultima modifica il Giovedì, 23 Luglio 2020 11:36
Altro in questa categoria: « L’Hotel vs COVID 19

Swing Strategies S.l. Calle Ibarra, 13 - Las Galletas 38631 Santa Cruz de Tenerife -Tenerife - Islas Canarias Spain P.IVA: B76819788